La Cucina di Pantelleria – Tradizione e Innovazione

Home/Libri/La Cucina di Pantelleria – Tradizione e Innovazione

La Cucina di Pantelleria – Tradizione e Innovazione

In Stock

Una raccolta di ricette semplici e autentiche che esaltano le tipicità dei prodotti di un territorio: i capperi, i pomodori, le olive ,l’olio, l’uva Zibibbo e il vino. Ottanta...

Una raccolta di ricette semplici e autentiche che esaltano le tipicità dei prodotti di un territorio: i capperi, i pomodori, le olive ,l’olio, l’uva Zibibbo e il vino. Ottantacinque ricette raccolte in un volume con le immagini dell’isola, per un viaggio alla scoperta dei colori e dei sapori di Pantelleria.

Grazia Cucci, fotografa, è nata a Rimini e ha scelto di vivere a Pantelleria, Gianni Busetta è nato a Pantelleria e ha preferito fermarsi. E’ patron di uno dei ristoranti più conosciuti dell’isola, “La Nicchia” di Scauri Basso.
L’eleganza e la raffinatezza degli scatti di Grazia, immagini vere di un’isola di cui è innamorata e che la ispira, incontrano l’autenticità e la semplicità dei piatti di Gianni, testimoni della storia e della cultura di Pantelleria, ultimo lembo di terra siciliana al confine con l’Africa, che negli anni ha raccolto l’influenza di molte culture del Mediterraneo, dando origine a una cucina unica e preziosa come il suo territorio.

Read more

27,00 

Quantity:
Confronta
Size Chart
Una raccolta di ricette semplici e autentiche che esaltano le tipicità dei prodotti di un territorio: i capperi, i pomodori, le olive ,l’olio, l’uva Zibibbo e il vino. Ottantacinque ricette raccolte in un volume con le immagini dell’isola, per un viaggio alla scoperta dei colori e dei sapori ...

Una raccolta di ricette semplici e autentiche che esaltano le tipicità dei prodotti di un territorio: i capperi, i pomodori, le olive ,l’olio, l’uva Zibibbo e il vino. Ottantacinque ricette raccolte in un volume con le immagini dell’isola, per un viaggio alla scoperta dei colori e dei sapori di Pantelleria.

Grazia Cucci, fotografa, è nata a Rimini e ha scelto di vivere a Pantelleria, Gianni Busetta è nato a Pantelleria e ha preferito fermarsi. E’ patron di uno dei ristoranti più conosciuti dell’isola, “La Nicchia” di Scauri Basso.
L’eleganza e la raffinatezza degli scatti di Grazia, immagini vere di un’isola di cui è innamorata e che la ispira, incontrano l’autenticità e la semplicità dei piatti di Gianni, testimoni della storia e della cultura di Pantelleria, ultimo lembo di terra siciliana al confine con l’Africa, che negli anni ha raccolto l’influenza di molte culture del Mediterraneo, dando origine a una cucina unica e preziosa come il suo territorio.
I muri scrostati di un antico “dammuso”, un bianco e nero che esalta la forza di queste abitazioni resistite alle piogge e ai venti degli inverni nei secoli, la caparbietà di una palma alta e fiera, arrivata chissà come e da dove ai bordi di un micro giardino, caratterizzando l’architettura di una “ducchena”. Le mani di un “pantesco” (abitante di Pantelleria n.d.r.) mentre raccoglie l’uva, colorate e inaridite da sole, dal vento e forse dalla vita, la delicatezza di un fiore di cappero in primo piano, che si apre ai primi raggi del sole di una mattina d’estate. E poi il colore, forte e caldo, nelle immagini dei piatti che fanno immaginare il profumo e il sapore di tanta prelibatezza. L’Ammogghiu, il verde acceso del basilico fresco contro il rosso intenso del pomodoro maturo, “La caponatina tiepida con le mandorle tostate”, gli “Spaghetti saporiti”, con la crosticina dorata delle mandorle tostate, il “Cous-cous alla pantesca” e le mani impegnate nella “incocciatura”. Le “Linguine al pesce spada, zucchine e menta”, i “Gamberoni con la gelatina dolce di uva Zibibbo”, tutti accompagnati dai vini delle rinomate cantine Donnafugata. Le uve Zibibbo, “Kabir” con profumi di melone e scorza d’arancio, “Lighea”, con note fruttate di mela, agrumi e fiori di ginestra e l’elegante personalità di “Anthilia”, fruttato e floreale. I Nero d’Avola in blend con altre uve come “Sedara”, intenso con sensazioni di tabacco, spezie e note minerali, “Tancredi”, strutturato e avvolgente con note di liquirizia, cacao, amarena e mirtillo, e Mille e una Notte, sentori fruttati, dolci e maturi, e note balsamiche. Concludiamo con i dolci, l’abbraccio di fichi secchi, noci, mandorle, uva passa e scorze d’arancia candita cosparsi di piccoli e coloratissimi zuccherini nei “Mustazzoli”, accompagnati da“Ben Ryè”, Passito di Pantelleria Dop, con le note intense di albicocca, pesca, fichi secchi, erbe aromatiche e miele, e “Il bacio di Pantelleria”, una dolce e soffice crema di ricotta, racchiusa in un leggero guscio dorato, croccante e cosparso di zucchero a velo, la promessa di un piacere unico e arrendevole in cui perdersi senza ritorno.

Read more

Informazioni aggiuntive

Peso 0.4 kg
Tipo Prodotto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Your custom content goes here. You can add the content for individual product
Back to Top
Shopping Cart
Close

No products in the cart.